FilmConsigliati››
Per votare non c'è bisogno di registrazione, clicca sulle stelle per esprimere un voto da 1 a 10, il ricalcolo e aggiornamento voti è giornaliero. Imouto sae Ireba Ii [A Sister’s All You Need.]
Sanctum
Segui Paese di produzione Stati Uniti, Australia
Anno 2011
Durata 109 min
Genere avventura, thriller, orrore
Regia Alister Grierson

Sanctum

Voto Sito
6.0
Pro: Sa mantenere alta la tensione
Contro: Un flop considerando che il produttore esecutivo è James Cameron
Voto utenti
5.0
(1 voti)
Clicca per votare (Ricalcolo voti giornaliero)
GD Star Rating
loading...

“Sanctum” è ispirato ad una vicenda realmente accaduta ad uno dei produttori, Andrew Wight, quando a suo tempo praticava immersioni, che a suo volta ha tratto ulteriore spunto dalla tragica morte nel 2010 di un famoso fotografo sub del National Geographic, Wes Skiles.

Narra la vicenda di un gruppo di giovani speleologi durante un’immersione in una misteriosa grotta nella Papua Nuova Guinea alla ricerca di una possibile articolazione di canali che la collegasse al mare.
Tuttavia, a seguito di una violenta tempesta tropicale e nonostante la tempestiva richiesta di soccorsi, tutto è vano: l’ apertura della grotta infatti crolla su se stessa ed inizia a riempirsi d’acqua, condannando cosi l’intera squadra.
A guidarli è  l’esperto e fiero Frank Mc Guire, il quale è l ‘ unico in grado di destreggarsi tra il labirinto di cunicoli per trovare la strada per la salvezza. Ora infatti che la via d’ entrata è bloccata dall’acqua dell’uragano che man mano avanza sempre più in velocità, l’obbiettivo, cioè  trovare questo desiderato collegamento con il mare non è più solo un motivo di studi ma l’unica vera e propria speranza di salvezza.

Questa situazione drammatica porterà allora alla luce la vera natura dell’uomo, primordiale ed egoista, capace di manifestarsi solo in momenti di estremo pericolo come questo.
Ci saranno litigi, lotte tra coloro che da sempre si consideravano amici, separazioni, errori fatali e conseguenti tragedie. Tuttavia quest’ avventura permetterà al diciassettenne Josh di conoscere di più suo padre, con cui i rapporti erano piuttosto fragili e di apprezzare di più le sue capacità.

Dal punto di vista degli effetti speciali, essendo prodotto da James Cameron, il quale ricordiamo nel 2009 fu il pluripremiato regista di “Avatar” posso dire che è ok, fa bene il suo effetto e riesce a catturare lo spettatore, quasi trascinandolo con sé nella grotta insieme ai sommozzatori.
Tuttavia, avendo una trama comunque molto semplice, a parer mio questa pellicola, scegliendo di incentrarsi più sulla sensazione dell’ ansia e sul comportamento umano.. ha perso molti punti.
Il finale, dopo la lunga serie di morti mostruose lascia un po’ spiazzati e delusi e il suo tentativo di far emergere il lato oscuro dell’uomo l’ho trovato enfatizzato in maniera eccessiva.

Sono concorde con il fatto che nessuno di per sé è buono e senza alcun peccato, anzi, sono dell’idea che ognuno di noi abbia un mostro che si cela e che nel momento in cui è la sopravvivenza a contare non guarda in faccia a nessuno.
Ma mi resta l’amaro in bocca: siamo addirittura così mostruosi da arrivare a comportarci come i protagonisti di questo film?

 

TRAILER

 

 



Scarica la nostra fantastica applicazione

All'interno troverai più facilmente il film da guardare

Troverai Quiz e Giochi sul cinema, Film ordinati per Categoria, Anno, Voto, Durata dettagliata

E potrai sempre consultare i Film Consigliati da guardare ogni sera!

Nessun commento

Lascia un commento

Vota questo film

Menu